SIA Sezione Ticino, Via Lugano 23, CH-6500 Bellinzona - T. 091 825 55 56 - F. 091 825 55 58 - info@sia-ticino.ch

powered by lavb.ch
STAMPA

Comunicati

Studio sul potenziale del teleriscaldamento in Ticino

Ai soci SIA sezione Ticino,

per conto dello spettabile Ufficio dell’aria, del clima e delle energie rinnovabili, volentieri vi inoltriamo il seguente comunicato per opportuna informazione.

 

“Gentili Signore,

egregi Signori,

 l’utilizzo di reti di teleriscaldamento per riscaldare edifici residenziali e commerciali è in una fase di continuo sviluppo. Anche in Ticino questa infrastruttura sta iniziando ad essere considerata, anche se fino ad oggi principalmente attraverso l'uso di centrali termiche alimentate a biomassa (legno, pellet, cippato, scarti legnosi, ecc.).

Allo scopo di approfondire le conoscenze sulle reti di teleriscaldamento e sulla loro effettiva convenienza energetica ed economica in Ticino, il Cantone ha elaborato uno studio attraverso un mandato di ricerca alla SUPSI. Questo lavoro ha posto le basi sulla situazione attuale e l'individuazione di soluzioni ottimali per reti di teleriscaldamento nella nostra regione. Allo stesso tempo vuole essere un ausilio per gli enti pubblici che prevedono di incoraggiare la promozione e la diffusione di questa tecnologia.

Dallo studio emerge l’esistenza di un potenziale per una maggiore applicazione del teleriscaldamento in Ticino. Questo potenziale non deve essere forzatamente vincolato a singoli studi economici, bensì mirare ad un’analisi più generale delle densità termiche presenti sul territorio ticinese per identificare in quali zone concentrarsi per ulteriori valutazioni e stime. Essa potrebbe rappresentare un ulteriore trampolino di lancio per nuovi progetti, o addirittura la rivalutazione di vecchi studi mai realizzati. Lo studio ha pure evidenziato una parziale carenza di competenze specifiche o di risorse economiche adeguate di alcuni piccoli comuni che, sebben volenterosi di valutare alternative termiche, non hanno probabilmente avuto il supporto necessario per prendere decisioni concernenti impianti complessi.

In tal senso, parallelamente allo studio di approfondimento, si è dunque pensato di elaborare un modello di verifica della fattibilità di un potenziale progetto di teleriscaldamento, allo scopo di indirizzare al meglio enti pubblici, progettisti ed utilizzatori finali del calore sulla soluzione ottimale, sia economica che energetica, secondo lo stato della tecnica attuale. L’obiettivo ultimo di questo studio è pertanto quello di mettere a disposizione uno strumento utile per valutare al meglio questa tecnologia e dunque per incrementare la realizzazione di reti di teleriscaldamento in Ticino, coerentemente a quanto indicato nel Piano energetico cantonale (PEC).

In conclusione si ricorda che gli studi di fattibilità per le reti di teleriscaldamento, così come la loro realizzazione e gli allacciamenti di edifici alla stessa, sono sostenuti finanziariamente dal Cantone tramite incentivi nell’ambito del credito quadro di 35 Mio per il risparmio e l’efficienza energetica.

I documenti relativi allo studio citato possono essere scaricati dalla pagina internet: www.ti.ch/teleriscaldamento, mentre le informazione relative agli incentivi sono ottenibili al sito www.ti.ch/incentivi.

Cordiali saluti. 

 

Mirco Moser, Ufficio dell'aria, del clima e delle energie rinnovabili”

Pubblicata il 21.10.2015